Il Parlamento Europeo tradisce la democrazia della Net Neutrality

In pericolo la libertà di informazione su internet

Free Hardware Foundation
Comunicato Stampa
29 SETTEMBRE 2009

“La neutralità della rete, che è la precondizione per esercitare il diritto alla cultura, alla cooperazione, alla libera manifestazione del pensiero, il diritto a fare impresa, il diritto alla concorrenza industriale e al pluralismo informativo, ha subito ieri un pesante attacco.” Lo ha dichiarato il presidente della Free Hardware Foundation, Arturo Di Corinto.

Nonostante la massiccia mobilitazione dei cittadini europei e delle principali associazioni di difesa dei diritti umani e della rete, il Parlamento Europeo ha scelto di non di riaprire il Pacchetto Telecom al fine di salvare la Net Neutrality e non ha assunto una posizione chiara di difesa dell’Emendamento 138.

Nella prima riunione dei delegati del Comitato di Conciliazione che ha deciso quali parti il Parlamento avrebbe proposto per il negoziato in conciliazione, tenutasi il 28 settembre, solo i 2 europarlamentari dei Verdi e Eva Britt Svensson di GUE/NGL si sono battuti per la difesa della Net Neutrality. Tutti gli altri, nessuno escluso, si sono mostrati insensibili alla necessità di riapertura di alcune parti del Pacchetto Telecom al fine di impedire la chiusura di Internet, tradendo le aspettative e le richieste di centinaia di milioni di elettori.

Non è nemmeno stato raggiunto un consenso diffuso a difesa dell’emendamento 138, che ora rimane l’unico articolo nel mare delle 5 direttive a difendere le libertà fondamentali dei cittadini europei: auspichiamo che il Parlamento assuma una posizione di difesa dell’emendamento contro la volontà del Consiglio di cancellare anche questo. Questa decisione rappresenta un deciso passo avanti verso la chiusura di Internet. La battaglia democratica per impedire la chiusura di Internet non è ancora finita sebbene la Rete come strumento d'informazione, di cooperazione e di libertà abbia subito una sconfitta gravissima.

La Rete, in quanto piattaforma di comunicazione è ora sotto la minaccia degli operatori di telecomunicazioni e dell’industria dei contenuti che vogliono sfruttare nuove opportunità di business nel discriminare, filtrare o dar priorità ad informazioni che passano attraverso la rete.

“Chiamiamo il popolo della rete a impedirlo”, conclude il presidente della FHF.

Cos’è la Free Hardware Foundation

La finalità primaria della Free Hardware Foundation è la promozione, il sostegno e la diffusione di quegli strumenti materiali o immateriali che garantiscano, l'accessibilità, l'evoluzione, la condivisione e la diffusione della conoscenza, della cultura e del sapere, liberamente e in maniera paritaria per tutti gli esseri umani.
Per contatti e informazioni: info@fhf.it - http://fhf.it



**********************
Arturo Di Corinto
Presidente Free Hardware Foundation

Via Libetta 15 - 00154 Roma - CF e PI 09277211000
Siti di riferimento: www.freehardwarefoundation.it - www.fhf.it
Mailing List: fhf@linux-club.org - Email: info@fhf.it - fax: 06.874597872